English language
newsletter

Luca Jurman

Genere: Jazz - Soul & Funk
Visit & listen: http://www.lucajurman.com

  • Photo

Scarica Flash Player per vedere il filmato

Flash Player versione 9.0.0.0 o superiore necessario per questo sito.
Click qui per aggiornare il tuo Flash Player.

Progetti

ESSENTIAL SOUL

LUCA JURMAN voce e piano
FEDERICO MALAMAN basso
MAXX FURIAN batteria

Luca Jurman, affiancato da due incredibili musicisti.
serata omaggio a Stevie Wonder e altri artisti classici del Soul e Funk anni 60 e 70

 

RICHIESTA INFORMAZIONI & BOOKING

COMPILA IL SEGUENTE MODULO PER RICHIEDERE INFORMAZIONI.

 

 

Code Image

Carica nuovo codice
Il codice visualizzato fa distinzione tra le lettere maiuscole e minuscole

Le informazioni contrassegnate da * sono obbligatorie.



Luca Jurman - cantante solista e vocalist, musicista, arrangiatore, produttore, attore ed insegnante di canto - inizia a studiare pianoforte a 4 anni per poi debuttare, da bambino prodigio, a 13 come pianista jazz al Capolinea jazz club ed al Cà Bianca jazz club di Milano. A 15 anni si avvicina allo studio del canto, registra il primo jingle nazionale come interprete vocale e nel contempo inizia ad introdurre l'uso della sua voce nei concerti iniziati precedentemente solo come pianista.

A 16 spinto dal suo interesse per l'uso della voce e la sua passione musicale volta alla crescita comincia un suo percorso personale di ricerca sul canto jazz e moderno, prima in Italia e poi all'estero, dove apprende varie conoscenze tecniche e cerca risposte alle sue infinite domande.

Durante questo periodo a 18 anni affianca alla sua carriera artistica, quella di produttore e preparatore vocale.

Il periodo della leva militare gioca un ruolo fondamentale nella vita di Luca, un infortunio alla mano destra durante il servizio militare lo costringe ad un riposo forzato per oltre due anni dall'uso del pianoforte, il colpo è duro per lui, ma questo non ferma la sua determinazione, ripone così tutte le sue forze e la sua passione nello sviluppo del canto e delle ricerche sullo strumento voce, fino a portarlo a diventare il cantante solista e corista più ricercato dagli artisti e dagli addetti ai lavori della musica. Entra così nel circuito più prestigioso dei jazz club internazionali e dei live club come cantante allontanando solo parzialmente il pianoforte, e inizia a collaborare nella realizzazione di album e di tour mondiali di molti artisti.

Si afferma quindi come cantante e vocalist, collaborando in più di 320 album e dal vivo con artisti nazionali ed internazionali: da Antonacci a Zucchero, passando per Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Malika Ayane, Renato Zero, Mario Biondi, Alexia, Enrico Ruggeri, Raf, Phil Collins, Miguel Bosè, Grace Jones, Robert Palmer, Mark Isham, Raul Midom, Mogol, Adriano Celentano, Loredana Bertè, Fiorella Mannoia, Pooh, Fausto Leali, Randy Crawford, Enzo Avitabile, Pino Daniele, Ron, Dirotta su Cuba, Tazenda, Ivana Spagna, Antonio Faraò, Lorella Cuccarini (con cui ha duettato in "Portami via"), Gemelli diversi, e molti altri...

Nel 2004 ha pubblicato un cd live in studio (dal titolo "Unplugged").

Successivamente entra nella programmazione del Blue Note di Milano, locale nato direttamente dal famosissimo Blue Note di New York, tempio indiscusso della musica Jazz mondiale. Luca Jurman è tutt'ora uno dei pochi artisti italiani ad essere costantemente presente nella programmazione Blue Note. Nel 2008 esce il suo Album di inediti dal titolo "Back to" che segna la sua intenzione di tornare alle radici della sua vita e della sua musica. Durante la realizzazione l'amore per la soul music lo porta a collaborare con gli "Incognito", pionieri dell'Acid Jazz mondiale, garantendogli l'onore di essere il primo italiano ad aver potuto duettare con loro. L'uscita dell'album "Back To" viene però anticipata precedentemente dal singolo "Nera", uscito un anno prima, il cui videoclip, girato a New York, è firmato e prodotto da Gabriele Muccino che, come dichiarato da Gabriele stesso, omaggia Luca per la sua "qualità e profondità artistica". Il videoclip di Nera viene subito notato dalla critica e riceve nel 2007 il prestigioso premio "Roma videoclip".

Nel Settembre 2009 decide di registrare un Album dal vivo proprio nel Tempio che lo ha premiato con concerti da tutto esaurito e che continua a premiarlo dandogli un importante riconoscimento: essere il primo Italiano a pubblicare un Live "targato" Blue Note per posizionare la sua Arte Vocale e Musicale al livello che Luca ha sempre sognato!

Nel 2012 crea insieme ad Antonio Faraò "Jazoul Project", un progetto che fonde il soul ed il jazz, dove i due generi musicali che hanno sempre accompagnato la sua vita diventano un unico e magico linguaggio emozionante ed espressivo, e che il sodalizio con Antonio Faraò, Michael Baker (batterista e produttore di Whitney Houston), e Martin Giaconowskj rende unico, un quartetto che segna un altro capitolo nei riconoscimenti internazionali di Luca.